fate attenzione a quello che ascoltate

spirito critico

discernimento degli spiriti

saper fare attenzione

porre l’orecchio del cuore

a ciò che si ascolta

è la libertà dell’uomo

che vuole affrancarsi

dai fili perversi e schiavizzanti del potere

autocomprendendosi

lampada da mettere sul candelabro

perché altri,

per carità,

a loro volta,

siano umanizzati

con stupore immenso,

ora come allora,

i poveri,

che ascoltavano

queste parole di grazia,

sapevano porre fede

in Gesù Nazareno,

che fu profeta potente in opere e in parole,

davanti a Dio e a tutto il popolo (Lc 24,19)

sapevano ascoltare

i poveri,

che hanno il naturale

dono della condivisione

sanno ascoltare

i poveri

i bisogni del prossimo

e,

nella loro beatitudine di semplicità,

divengono maestri di luce

per chi vuole essere

misurato dall’amare

spirito critico

spirito di Cristo

sant’angela merici

giovedì III settimana tempo ordinario

dmc 27.01.2022

Dal Vangelo secondo Marco

Mc 4,21-25


In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: “Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!”.

Diceva loro: “Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perchè a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha”.

Parola del Signore.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: